Uno stadio colorato di rossonero, tanti sostenitori presenti sugli spalti che non hanno voluto far mancare il proprio sostegno ai ragazzi di Lanciano Special e la voglia di stare insieme per una giornata all’insegna di sport, integrazione e divertimento. “Incontri per fare Rete” è il nome dell’evento che si è svolto sabato allo Stadio Guido Biondi ideato dal responsabile del Lanciano Special, Donatello Paone, che ha invitato a partecipare alla manifestazione le squadre di Ascoli e Fermana per confrontarsi nei test match pre-campionato di Quarta Categoria, il torneo promosso dalla FIGC all’interno della Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale, in vista dell’inizio della stagione sportiva 2019/2020.

La manifestazione ha preso il via di mattina con le squadre a passeggio per le vie del centro storico di Lanciano prima di essere ricevute dai rappresentanti comunali presso la Sala Consiliare del Comune. Successivamente, la società Lanciano Calcio, da sempre portabandiera dei valori di sport e inclusione, ha atteso i ragazzi del Lanciano Special e delle altre società allo stadio dove si sono poi disputati i test match con il sostegno dei tifosi frentani della curva Sud “Ezio Angelucci”. Una giornata intensa e ricca di emozioni per tutti, con l’obiettivo di “fare rete” pienamente riuscito come evidenzia con soddisfazione il responsabile, Donatello Paone: “È nato tutto un mese fa – spiega – da un invito inviato da una squadra che voleva giocare nella nostra città con l’intento di conoscerci più da vicino. Era sicuramente una buona occasione, appunto, per ‘fare rete’ ed abbiamo trasformato l’evento di calcio in una manifestazione sociale in cui tutti possono essere protagonisti. La scuola, il comune, gli enti, le associazioni, le squadre, i tifosi e i genitori hanno risposto positivamente al nostro invito e ciascuno si è attivato per dare il proprio contributo. È stato il primo importante passo per rendere questa città ancora più vicina e sensibile a quanto stiamo facendo ormai da tre anni e non posso che ringraziare i ragazzi delle tre squadre che ci hanno mostrato, ancora una volta, quanto sia costruttivo e divertente giocare insieme”.

Un momento di grande condivisione anche per Adriano Pistolesi, responsabile tecnico della Polisportiva Borgo Solestà di Ascoli Piceno: “È stata una giornata che ci ha regalato grande gioia e non possiamo che ringraziare il Lanciano Special per l’accoglienza e l’organizzazione perfetta. Opportunità come queste mettono in evidenza quanto sia importante il valore dello sport come strumento di integrazione,  perché l’unione fa sempre la forza”.