Lo sport rappresenta un potente strumento educativo e un grande veicolo di inclusione e aggregazione sociale. È una scuola di vita, si imparano le regole, gli obiettivi da raggiungere e che ci racconta tante storie che non smettono mai di sorprenderci ed emozionarci. Nel calcio funziona così: c’era una volta ed è sempre una volta nuova. Diamo la possibilità ai ragazzi di continuare a dimostrare le proprie abilità anche fuori dal campo e di “mettersi in gioco” nello sport e nella vita. Su questo tema mercoledì 2 ottobre a partire dalle ore 9:30 a Roma presso la Sala Zuccari – Senato della Repubblica – in Via Giustiniani 11 si terrà un importante convegno in cui si parlerà come tema principale di agricoltura sociale e disabilità intellettiva organizzato dall’ASES Agricoltori, Solidarietà e Sviluppo – organizzazione non profit che si occupa di cooperazione allo sviluppo.
L’agricoltura sociale come opportunità  e “terreno” per l’inclusione delle persone con disabilità in quanto rappresenta una delle possibilità più concrete per iniziare a lavorare.

L’agricoltura sociale rappresenta un inizio di percorso significativo in grado di aprire nuovi spazi di vitalità e favorire l’aggregazione sociale di persone con disabilità intellettiva che noi riteniamo in Italia  categoria dei più fragili tra i fragili – sottolinea la Dott.ssa Cinzia Pagni, Presidente dell’ASES – e il convegno rappresenta in quest’ottica un’opportunità straordinaria per valorizzare, sviluppare e promuovere  l’inclusione socio-lavorativa per chi si affaccia in questo settore”.

Chiunque fosse interessato a partecipare, può andare al link sottostante con tutte le informazioni utili, il programma del convegno e la scheda da compilare per la partecipazione.

MODULO DI PARTECIPAZIONE

PROGRAMMA