Non poteva immaginare un inizio migliore Daniele Santangeli, attaccante dell’Albalonga fs, che nella prima giornata del Torneo della DCPS-Lazio ha messo a segno ben tre gol contro il Crotone fs, reti che hanno contribuito a portare a casa i primi tre punti del campionato. Con la passione per il calcio fin da bambino, tifoso laziale e di Ciro Immobile, Daniele ha debuttato sabato 1 febbraio 2020  con la squadra allenata da Stefano Soro dopo essere passato questa estate dal Frosinone fs proprio all’Albalonga. Nuovi compagni, nuova maglia da indossare, ma sempre la stessa determinazione che lo contraddistingue per carattere.

Buona la prima, Daniele: tre gol come biglietto da visita. Sei contento?
Non mi aspettavo un debutto così bello. E’ la prima volta che realizzo tre gol tutti insieme in una partita e sono felice che sia successo proprio nella prima giornata del torneo. Sentivo l’emozione soprattutto nei primi minuti della gara, ma poi in campo passa tutto e pensi solo a giocare. Ci tenevo a fare bene, ma ammetto che sono stato anche un po’ fortunato. Devo ringraziare i miei compagni perché mi sono inserito bene nel gruppo”.

L’emozione più grande oltre ai  gol? Che partita è stata contro il Crotone?
Una gara non facile anche se potevamo sembrare noi i favoriti sulla carta. Ma ogni partita te la devi conquistare.  Si giocava dopo la sosta estiva e volevamo essere concentrati per portare a casa una vittoria. L’emozione più grande è stata quella di entrare in campo e giocare per l’Albalonga in un contesto nuovo. Mi sono trovato subito in sintonia con tutti i miei compagni che già conoscevo per essermi allenato con loro qualche volta la scorsa stagione. Ma in campo è un’altra storia e ci siamo trovati benissimo. Sono soddisfatto, anche se è solo la prima giornata”.

Una stagione appena iniziata con l’Albalonga che vuole confermarsi agli stessi livelli dello scorso anno. Che cosa ti aspetti dal campionato?
“So che siamo una squadra forte e proveremo a fare bene con tanto impegno. Abbiamo una buona rosa e sarebbe bellissimo vincere nuovamente, ma per il momento dobbiamo allenarci bene, divertirci e rispettare sempre gli avversari come ci dice il nostro allenatore Stefano. Ma non ti nascondo che il sogno sarebbe quello di bissare il successo della scorsa stagione…”

Bando alla scaramanzia. Bravo.
“Credo poco alla scaramanzia, ma molto di più nel lavoro e nell’impegno durante gli allenamenti settimanali. Spero di riuscire a dare il mio apporto in questa stagione e di crescere sportivamente”.

Che giocatore sei?
“In campo il mio ruolo preferito è  attaccante centrale. Mi permette di esprimermi al meglio. Sono determinato ma anche pronto ad aiutare i miei compagni perché credo nella forza del gruppo”.

Obiettivo personale?
“Vorrei riuscire a giocare una finale a Coverciano. Sarebbe bellissimo, lo dico con grande rispetto e ambizione. E poi segnare più gol dell’anno scorso”.

Fissiamo un obiettivo?
“Ci sto. Diciamo che provo a fare più di dieci gol. È la mia prossima sfida. E se riesco, poi festeggio con i miei compagni”.

Sfida lanciata. Appuntamento dunque a fine stagione!